Casa della Gemma

Casa della Gemma

La Casa della Gemma è un vero gioiello del Parco Archeologico di Ercolano che resta aperto al pubblico fino all’11 Aprile 2024, in via sperimentale e con ingressi ridotti. Si tratta di un luogo straordinario, famoso in tutto il mondo per i suoi preziosi mosaici pavimentali.

La Casa della Gemma presenta uno dei mosaici più belli dell’antichità, restaurato da poco. In età augustea era su tre livelli ed era la seconda domus più grande di Ercolano. Poi, poco prima dell’eruzione, a seguito di una “ristrutturazione” venne divisa in tre abitazioni.  

L’accesso alla Casa della Gemma sarà consentito solo a gruppi di max 20 persone per volta. La domus sarà aperta solo di mattina, dalle ore 09:30 alle ore 13:00, tutti i giorni escluso il mercoledì, giorno di chiusura settimanale del Parco.

La Casa della Gemma prende il nome dal ritrovamento di una gemma con l’immagine di Livia erroneamente attribuita a questa casa, mentre in realtà viene dalla Casa di Granianus. Un tempo era parte di un’unica grande domus con affaccio panoramico sul mare, probabilmente appartenente alla famiglia di Marco Nonio Balbo.

Dal sito del Parco Archeologico di Ercolano:

Jane Thompson, Project Manager dell’ Herculaneum Conservation, ricorda che “Il lungo percorso che rappresenta oggi l’apertura della Casa della Gemma costituisce un bell’omaggio all’approccio “a scala di sito” . L’approccio è “in atto da oltre 15 anni grazie al partenariato con PHI che, invece di sostenere progetti esaustivi su alcune domus, ha migliorato e continua a migliorare le condizioni generali dell’intero sito. Lavorando in questo modo – conclude Jane Thompson – e grazie alle campagne di restauro come questa sui mosaici, si arriva ad esiti così importanti, come la riapertura al pubblico di ambienti da tempo preclusi.” 

La casa presenta nel triclinio uno dei più bei mosaici geometrici in bianco nero pavimentale dell’intera Ercolano. Un grande lavoro di restauro ha consentito il recupero completo, che oggi può consentire la visita in modalità sperimentale.

Nella Casa della Gemma sono stati rinvenuti anche continui ampliamenti che furono fatti per migliorare l’affaccio sul mare e la veduta del Golfo. In età augustea la domus era su tre livelli. Era grande ben 1800 mq, era la seconda domus più grande di Ercolano, e collegata alle Terme Suburbane.

ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO

Tutti i giorni dalle ore 09:30 alle ore 13:00 (mercoledì giorno di chiusura settimanale del Parco).

L’accesso alla Casa della Gemma è consentito a gruppi di max 20 persone per volta.

Raccomandato quindi ricordare di fare una visita alla casa durante il vostro tour negli scavi di Ercolano

Pubblicato da Eva Cristina tourguide

Giornalista e Guida Turistica Abilitata dalla Regione Campania

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Philip Colbert al MANN di Napoli

Philip Colbert al MANN di Napoli

Philip Colbert, conosciuto come l'erede di Andy Warhol, torna a Napoli dopo aver incantato la città con “The Lobster Empire” in Largo San Martino. Questa volta, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN) ospita il suo progetto “La Casa dell’Aragosta”, in...

leggi tutto
InCanto Napoletano

InCanto Napoletano

InCanto Napoletano è un concerto ed è uno spettacolo con degustazione. Obiettivo: illustrare e rendere partecipe il turista e lo spettatore in genere della tradizione partenopea che parte dal 1700 e che arriva fino al 1900. E' uno spettacolo sulla 𝗖𝗮𝗻𝘇𝗼𝗻𝗲 𝗡𝗮𝗽𝗼𝗹𝗲𝘁𝗮𝗻𝗮...

leggi tutto
I papiri di Ercolano

I papiri di Ercolano

I papiri di Ercolano sono una raccolta di antichi manoscritti scoperti nel sito di Ercolano, l'antica città romana vicino all'odierna Napoli, in Italia. Ercolano, insieme a Pompei, fu distrutta e sepolta dall'eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. L'eruzione preservò e...

leggi tutto