LA SCULTURA DEL DIO NILO

Non lontano da Piazza San Domenico Maggiore e da Piazzetta Nilo, si trova un’importante scultura. Il suo nome deriva dalla statua del Dio Nilo, di autore ignoto, che fu ritrovata e collocata qui nel XV secolo, all’epoca senza la testa che fu aggiunta nel XVII secolo. La piazza è un luogo ricco di storia, cultura e mistero grazie alla figura del Dio Nilo che vi giace, potente e muscoloso, con una lunga barba che gli conferisce un’aria particolarmente saggia.

Nella mano destra porta una cornucopia, ornata di fiori e vari altri oggetti, simbolo della fertilità del fiume egiziano, e ha il braccio sinistro appoggiato su una piccola sfinge. Il gruppo scultoreo in marmo, infatti, è un chiaro simbolo di accoglienza, è una testimonianza diretta del rapporto tra la Napoli greco-romana e l’Antico Egitto ed è una vera e propria celebrazione del Nilo. Non molti sanno, infatti, che questa zona fu a lungo abitata da una colonia di mercanti egiziani provenienti da Alessandria. La leggenda narra che i napoletani chiesero loro un augurio di prosperità da inviare in patria, visti gli ottimi rapporti tra i due popoli. E contemporaneamente ai culti romani, la popolazione era costretta a celebrarli in segreto. Quelli dedicati a Iside erano i più famosi e i più segreti, celebrati solo dagli iniziati.

Pubblicato da Eva Cristina tourguide

Giornalista e Guida Turistica Abilitata dalla Regione Campania

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Philip Colbert al MANN di Napoli

Philip Colbert al MANN di Napoli

Philip Colbert, conosciuto come l'erede di Andy Warhol, torna a Napoli dopo aver incantato la città con “The Lobster Empire” in Largo San Martino. Questa volta, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN) ospita il suo progetto “La Casa dell’Aragosta”, in...

leggi tutto
InCanto Napoletano

InCanto Napoletano

InCanto Napoletano è un concerto ed è uno spettacolo con degustazione. Obiettivo: illustrare e rendere partecipe il turista e lo spettatore in genere della tradizione partenopea che parte dal 1700 e che arriva fino al 1900. E' uno spettacolo sulla 𝗖𝗮𝗻𝘇𝗼𝗻𝗲 𝗡𝗮𝗽𝗼𝗹𝗲𝘁𝗮𝗻𝗮...

leggi tutto
I papiri di Ercolano

I papiri di Ercolano

I papiri di Ercolano sono una raccolta di antichi manoscritti scoperti nel sito di Ercolano, l'antica città romana vicino all'odierna Napoli, in Italia. Ercolano, insieme a Pompei, fu distrutta e sepolta dall'eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. L'eruzione preservò e...

leggi tutto